2 of 2
2
Ara Nobilis ingestibile
Posted: 23 February 2013 07:00 AM   [ Ignore ]   [ # 16 ]
New Participant
Rank
Total Posts:  12
Joined  2012-09-26

Ciao Paola e come sempre grazie per la tua disponibilità.
In questi giorni ho cambiato un po’ i miei atteggiamenti e pare che la situazione stia miglirando. Innanzitutto la mattina non apro la gabbia immediatamente ma gli parlo a bassa voce e come vedo che si calma apro la gabbia e me ne vado, in modo tale che possa scegliere lui cosa fare. normalmente dopo 2 secondi vola in sala da pranzo.
Ho fatto come mi hai detto tu con il cibo in mano ....ha cercato di mordermi poche volte e fortunatamente non ci è mai riuscito. appena cercava di mordermi non gli davo più attenzioni e aspettavo che mi venisse a cercare lui facendogli tante moine per lodarlo. dal secondo giorno saltava ancora sulla rete ma non veniva alla maniglia con il becco aperto. restava lì fermo. Anche quando strilla dentro la gabbia, entro , gli parlo a voce bassa quando si azzittisce lo lodo e poi si calma.
Da un paio di giorni si avvicina alla mia mano senza mordermi, anzi oggi mi ha pizzicato insieme al compagno che giocava, ma senza forza nel becco. Gli parlo in maniera dolce e gli dico bravo in continuazione quando sta buono. L’unica cosa è che nn posso allontanarmi di un metro che cominciano a strillare perche non mi vedono più..ma non volano verso di me..restano lì fermi a strillare fino a quando non rientro in stanza e mi volano sulle spalle. mi abbasso con il corpo, li rimetto sul trespolo e dico bravi.
Per quanto riguarda i comportamenti in base ai tre dati che mi hai dato non so bene che costrutto dare perchè non sbatte mai le ali quando sta fermo. ti posso dire i comportamenti più evidenti che noto:

Felice: Pupille strette, fischia, corpo aerodinamico con ali piume tutte abbassate oppure corpo proteso in avanti, becco un po’ aperto che tocca la superficie facendo dei versi che fa solo in quel momento
Aggressivo: testa bassa con uno scatto viene in avanti ed apre il becco.
Tranquillo: coda “un po’ abbassata” piume della testa un po’ alzate, abbassa il corpo come se piegasse un po’ le zampette e dice ciao in continuazione
Rilassato o stanco: arruffato con zampa chiusa e sollevata e occhi un po’ “a mandorla”
Curioso: corpo dritto con le piume tutte indietro collo teso e testa curvata per vedere l’oggetto della curiosità.
Recettivo: fa si con la testa con le piume della stessa un po’ arruffate facendo dei versetti come per dire “si si”

Spero che le cose migliorino sempre più perchè lo vedo un po’ più tranquillo
attendo tue considerazioni,
grazie
Manuela

Profile
 
 
Posted: 26 February 2013 02:00 PM   [ Ignore ]   [ # 17 ]
Administrator
Avatar
RankRankRank
Total Posts:  420
Joined  2008-02-18

Bene per i piccoli progressi. La strada è questa, quella di dimostrargli che non deve temere la presenza della tua mano quando non vuole, il tuo corpo troppo vicino a lui quando non vuole. E un percorso che devi proseguire e migliorare su un punto: non deve proprio tentare di mordere. Se lo fa significa che stai troppo vicina a lui e non è ancora il momento per quella distanza. Fai scandire a lui i tempi di approccio.

Veniamo ai compiti. Sistemo in formato più chiaro. Esercizi: 

1.  Fai una lista dei Comportamenti che osservi quando dici che il tuo pappagallo è “felice”.
Pupille strette, fischia, corpo aerodinamico con ali piume tutte abbassate oppure corpo proteso in avanti, becco un po’ aperto che tocca la superficie facendo dei versi che fa solo in quel momento

Paola: lo vedo benissimo anche io. Brava.


2.  Fai una lista di 3 Comportamenti che osservi quando dici che il tuo pappagallo è “aggressivo”

Aggressivo: testa bassa con uno scatto viene in avanti ed apre il becco.

Paola: centrati tutti e tre. Sono comportamenti misurabili in intensità e durata.

3.  Prendi un’etichetta che usi spesso per il tuo pappagallo e Operazionalizzalo.
Tranquillo: coda “un po’ abbassata” piume della testa un po’ alzate, abbassa il corpo come se piegasse un po’ le zampette e dice ciao in continuazione.
Rilassato o stanco: arruffato con zampa chiusa e sollevata e occhi un po’ “a mandorla”
Curioso: corpo dritto con le piume tutte indietro collo teso e testa curvata per vedere l’oggetto della curiosità.
Recettivo: fa si con la testa con le piume della stessa un po’ arruffate facendo dei versetti come per dire “si si”

Paola: Anche qui posso vederlo come se lo avessi davanti ai miei occhi.


4.  Osserva questa lista di Comportamenti; quale Costrutto ti viene in mente considerandoli tutti insieme? Quando il tuo pappagallo fa tutto cio’: come lo chiameresti usando un Costrutto?

a.  Strillare
b.  Sbattere i giochi
c.  Sbattere le ali

  Costrutto: ________?

Paola. Manca la risposta a questa domanda.
Ancora un piccolo sforzo e hai completato la prima lezione.

Attendo.

 Signature 

Paola Rossi

Consulenza Comportamentale dei Pappagalli
World Parrot Trust -Italia

Profile
 
 
Posted: 01 March 2013 08:39 AM   [ Ignore ]   [ # 18 ]
New Participant
Rank
Total Posts:  12
Joined  2012-09-26

Guarda, direi spaventato o in cerca di attenzione, anche se non ha mai sbattuto i giochi, di solito lo fa l’altro quando vuole giocare. Ma quando è lui che mi cerca, mi viene sulla spalla e poi senza preavviso mi morde? E’ come se non riuscisse a starmi lontano ma comunque ha paura.

Profile
 
 
Posted: 01 March 2013 09:26 AM   [ Ignore ]   [ # 19 ]
Administrator
Avatar
RankRankRank
Total Posts:  420
Joined  2008-02-18

Le lezioni prevedono domande e risposte senza aggiungere racconti e cercando di mantenere lo schema iniziale. Cercate di ricordarvelo altrimenti il flusso di apprendimento viene interrotto e io faccio una gran fatica ad inserire le note.

Quindi la risposta va scritta così:

a.  Strillare
b.  Sbattere i giochi
c.  Sbattere le ali

Costrutto = Spaventato.

Aggiungo un’osservazione a quanto hai scritto dopo.
Come vedi questi 3 comportamenti possono corrrispondere sia a Giocoso che a Spaventato. Se due persone diverse osservano lo stesso pappagallo che fa questi tre comportamenti potrebbero giudicarlo sia Spaventato sia Giocoso sia qualcosa d’altro come territorale. Ecco perché se non operalizziamo i costrutti non sapremi mai cosa FA realmente il pappagallo quando diciamo che è Spaventato o Giocoso? I i Costrutti sono vaghi. 

Brava Manuela. Sei pronta per affrontare la seconda lezione.

 Signature 

Paola Rossi

Consulenza Comportamentale dei Pappagalli
World Parrot Trust -Italia

Profile
 
 
Posted: 01 November 2013 01:27 PM   [ Ignore ]   [ # 20 ]
New Participant
Rank
Total Posts:  12
Joined  2012-09-26

ciao Paola, è da un po di tempo che non entro nel sito perchè purtroppo ho avuto dei gravi problemi di salute. la situazione purtroppo è peggiorata, nel senso che Paco non ha mai accettato l’avvicinamento della mia mano anche con le metodiche che mi hai descritto e da allora ho avuto un approccio diverso: sempre sul trespolo e mai sulla mia spalla o vicino a me. Quando metto il mangiare nella scodella del trespolo devo tenerlo lontano o distratto ad esempio con un bstoncino di legno altrimenti mi massacra….. mi morde anche i gomiti, le gambe….però se lo lascio in un’altra stanza strilla fino a quando non lo vado a riprendere. Come mi avvicino si arruffa e muove la testa in su e giù....
inotre non mi fa più neanche giocare con l’altro che è dolcissimo e vuole sempre giocare con me e vuole le mie coccole e i miei baci. Se il conuro viene sulla mia spalla o io mi avvicino per giocarci o gli do un bacio, lui corre verso di noi o vola sulla mia spalla per dividerci….perchè fa così....non vuole essere toccato, non vuole far altro che mordermi e farmi del male, eppure vuole sempre stare nella stessa stanza con me e non permette che io abbia un buon rapporto con l’altro.
devo ammettere che con i miei problemi di salute la mia pazienza è andata ai minimi storici e sinceramente ho anche alzato le mani dandogli delle sberle.non ce la faccio più e neanche mio marito che non può lavorare da casa per quanto strilla….non sta zitto un secondo:in gabbia strilla e fuori parla in continuazione.
Ormai sono 7 anni che è con me e so che come l’ho trattato io (in passato) nessuno lo farà quindi nonvoglio darlo a qualcuno che lo rinchiude in una gabbia e getta la chiave o lo usa come maschio da riproduzione, ma veramente non ce la faccio più. Cosa devo fare? aiutami ti prego perchè mi manca il mio vecchio pennuto e non voglio che il rapporto con l’altro venga così limitato per colpa sua. grazie mille.
Manuela

Profile
 
 
Posted: 05 November 2013 09:36 AM   [ Ignore ]   [ # 21 ]
Administrator
RankRankRank
Total Posts:  822
Joined  2007-06-17

Ciao Manuela,

Mi dispiace sentire che sei stata male e spero che ora ti sarai ripresa.
La situazione con il tuo Ara avrà bisogno di impegno da parte tua. Ce la farai? Altrimenti prenderei in seria considerazione la possibilità di cederla, cercando con calma chi potrà tenerla bene.

 Signature 

Cristiana Senni
World Parrot Trust-Italy

Il World Parrot Trust-Italia su Facebook

Follow the WPT on Twitter

Profile
 
 
Posted: 06 November 2013 04:27 AM   [ Ignore ]   [ # 22 ]
New Participant
Rank
Total Posts:  12
Joined  2012-09-26

Ti ringrazio per la tua risposta, ma in quei pochi minuti in cui Paco è tranquillo, o fa il bagno, o gioca, rivedo nei suoi occhi quel magnifico pets che era, e l’unica cosa che so è che lo amo troppo per darlo via, anche se mi fa arrabbaire spesso. Abbiamo passato insieme 7 anni e l’idea che possa andare in’un altra famiglia….non riesco neanche a pensarci! Chissà come lo tratteranno? Se lo faranno uscire? e se poi diventa chiassoso che fanno? Adessop i miei problemi di salute sono pressochè guariti e rivoglio con me solo quel piccolo fagottino che si ficcava sotto le mie coperte e alzava le ali per farsi fare i grattini sotto le ascelle…

Profile
 
 
Posted: 06 November 2013 05:22 AM   [ Ignore ]   [ # 23 ]
Administrator
Avatar
RankRankRank
Total Posts:  420
Joined  2008-02-18

Manuela, non credo che Paco tornerà come quando era cucciolo e soprattutto credo fermamente che le cose non miglioreranno se non ci lavori.
Loro percepiscono le parti del nostro corpo in modo non unitario, quindi da una parte ti cerca e dall’altra teme le mani dalle quali spesso partono cose non propriamente positive per lui.

Il lavoro da fare è tutti i giorni, tutte le ore e tutti i minuti. Questo te lo avevo chiesto all’inizio: sei disposta a investire del tempo? Mi hai risposto a distanza di molti giorni, non mi hai dato notizie sull’andamento degli esercizi. Non mi è possibile lavorare con queste voragini temporali con una situazione come la tua.

Da che regione scrivi? Se sei in Veneto potresti rivolgerti a Sara Mainardi e fare alcune lezioni con lei. Anche in questo caso non sarà in una lezione sola che imparerai. Dovrai investire del tempo. Se sei A Roma, invece, posso venire io da te gratuitamente.

 Signature 

Paola Rossi

Consulenza Comportamentale dei Pappagalli
World Parrot Trust -Italia

Profile
 
 
Posted: 06 November 2013 05:48 AM   [ Ignore ]   [ # 24 ]
New Participant
Rank
Total Posts:  12
Joined  2012-09-26

ciao Paola, purtroppo io vivo in Francia ad Antibes e quii nn ho nessuno che mi possa aiutare (magari tramite sessioni skype) nn so se sia possibile. Adesso la mia salute è migiorata ed ho più tempo da dedicare a loro (conta che nell’ultimo mese io son ostata in ospedale e loro stavano fuori la gabbia solo la mattina mentre mio marito si preparava per andare a lavoro!)
Voglio tentarle tutte prima di decidere di darlo via perche comunque mi cerca quindi vuol dire che vuole stare con me….mi parla, mi cerca…aqdesso mentre scrivo è dietro il televisore che gioca ed ogni tanto esce fuori e segue con lo sguardo le mie dita per morderle, anche se non ci riesce!)
a

Profile
 
 
   
2 of 2
2